Sali a borgo: quattro itinerari in moto attraverso i luoghi colpiti dal sisma
di Valentina Venturi
E' tempo di mototurismo. E insieme di dare solidarietà alle zone del Centro Italia, che sono state colpite dal terremoto. Quale migliore occasione se non una gita fuoriporta percorrendo 1.300 km di meraviglie paesaggistiche nostrane?

Grazie a "Sali a borgo", appuntamento organizzato da Enit-Agenzia Nazionale per il Turismo, Moto Guzzi e la rivista "Motociclismo", in collaborazione con l'Associazione "I Borghi più belli d'Italia", si possono scoprire nuove mete si può apprezzare l'indiscussa varietà della cucina italiana e soprattutto si dà un forte supporto alle zone terremotate del Centro Italia. Per i prossimi quattro weekend (23-25 giugno, 7-9 luglio, 21-23 luglio, 28-30 luglio) l'iniziativa organizza gite in motocicletta che attraversano le zone terremotate tra Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo e nel contempo svelano le loro bellezze al passaggio di tre Moto Guzzi V9. 

«"Sali a Borgo" ha un duplice scopo - dichiara Fabio Maria Lazzerini, Consigliere Agenzia Nazionale del Turismo (Enit) -: far sentire la nostra vicinanza concreta alle regioni terremotate e dare il nostro contributo attraverso la promozione turistica di alcuni dei borghi più belli d'Italia». Ma c'è dell'altro: «Percorrere queste strade in moto - continua Lazzerini - ci consente di conoscere ancora più da vicino le tradizioni e le innumerevoli bellezze di cui è ricco il nostro territorio perché il mototurismo offre una prospettiva nuova per la scoperta dei luoghi e delle bellezze architettoniche più nascoste».

Il rombo dei cavalli di acciaio si accende partendo da Pesaro, che con Urbino, Citerna, Montone, Castiglione del lago e Panicale compone la prima tappa (23 - 25 giugno); Grottammare, Ascoli Piceno, Civitella del Tronto, Amatrice, Castel del Monte e Santo Stefano di Sessanio fanno parte della seconda tappa (7 - 9 luglio); Roma (Appia Antica), Subiaco, Rieti, Norcia, Ferentillo e Narni sono la terza tappa (21 - 23 luglio); Rocca San Giovanni, Passo Fonte Tettone, Sulmona, Opi, Boville Ernica e Sperlonga racchiudono l'ultima (28 - 30 luglio).

«L'iniziativa - commenta Fiorello Primi, Presidente Associazione "I Borghi più belli d'Italia" - è importante perché ha scelto itinerari nelle Regioni coinvolte dagli ultimi eventi sismici per dimostrare che la grandissima parte dei luoghi e dei borghi sono perfettamente in grado di ospitare turisti e visitatori».

Controllate l'hashtag #SaliaBorgo per seguire in diretta il percorso anche attraverso una serie di pillole video, realizzate per tutte le giornate.
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
Planisfero
Fotogallery