Da Napoli a Varsavia, ​ecco le stazioni del metrò più belle
di Laura Bolasco
Se L’Inghilterra può vantare il primato della stazione metro più vecchia della storia, l’Italia può certamente essere orgogliosa di ospitare la più bella. E’ infatti la “Toledo” di Napoli la fermata più suggestiva d’Europa secondo la classifica CNN, alla quale seguono altre 11 meraviglie che da sole giustificano una visita nelle città cui appartengono.

Dopo il 1863, anno in cui venne aperta la famosa stazione Baker Street di Londra, iniziarono a svilupparsi reti ferroviarie in tutte le città europee più importanti tra cui Parigi, Berlino, Milano e Madrid nelle quali oltretutto venne sempre più messo in risalto l’aspetto estetico, oltre quello funzionale, delle opere stesse.





Ecco dunque chi ha meritato un posto all’interno della singolare classifica:



1-Toledo, Napoli. Situata nel quartiere San Giuseppe, è stata inaugurata nel 2012 e l’anno successivo alla sua nascita ha vinto il premio “Emirates leaf international award” come “Public building of the year”. Progettata dall’architetto spagnolo Oscar Tusquets Blanca, ha incantato e continua ad incantare con un gioco di luci e colori che ricrea un ambiente marino di grande effetto grazie alle opere di Bob Wilson e ai mosaici di William Kentridge: un vero e proprio gioiello del sottosuolo urbano.



2-Westfriedhof, Monaco. Questa stazione tedesca che ha visto la luce nel 2008 è uno spettacolo di luci rosse, gialle e blu, merito dell’estro dell’artista Ingo Maurer che con l’installazione di 11 grandi lumi ha donato all’intera galleria l’atmosfera di una caverna, moderna ed elegante.



3-Komsomolskaya, Mosca. Stile barocco, mosaici antichi ed una grande cupola a dominare la struttura. Un’ampia sala da ballo adornata da sfarzose pareti raffiguranti le più grandi battaglie della Russia ed i suoi più importanti generali. Aperta nel 1952, è certamente la più imponente tra tutte le fermate del circuito a cui appartiene.



4-Olaias, Lisbona. Progettata in occasione del world expo ed inaugurata nel 1998, è frutto della genialità di alcuni artisti locali, tra cui Tomàs Taveira per la parte architettonica, e Pedro Cabrita Reis per l’installazione artistica. Un moderno gioco di forme e colori dal risultato armonico, in pieno stile portoghese.



5-Westminster, Londra. Tra tutte le stazioni della madre patria della “tube” è la fermata della Jubilee line ad essersi aggiudicata un posto in classifica. Creata in occasione del nuovo Millennio, grazie al design ultramoderno e futurista, tra il 2000 ed il 2002 ha vinto importanti riconoscimenti tra cui il “Royal Fine Art Commission Millennium building of the Year” ed il “RIBA Award for Architecture”. La ricerca delle forme ed i materiali utilizzati hanno reso Westminster meta di turisti e studiosi del genere. Piccola curiosità: lo scavo di 39 metri effettuato per la costruzione della stazione è il più profondo mai realizzato nel suolo londinese.



6-T-Centralen, Stoccolma. Più di venti artisti hanno contribuito anno dopo anno alla creazione di questa incredibile fermata della metropolitana svedese. Nata nel 1957, non è solo la più appariscente, è anche la più frequentata quotidianamente dalla popolazione locale. Un blu intenso irrompe predominando nella galleria e facendo dimenticare al visitatore il luogo in cui si trova.



7-Bockenheimer Warte, Francoforte. Il genio dell’architetto Zbigniew Peter Pininski è l’essenza stessa di questa stazione. La carrozza incidentata di un treno è stata utilizzata per creare un effetto ottico dalla sorpresa assicurata. Imperdibile.



8-Fosteritos, Bilbao. Tra le più recenti strutture del genere realizzate, la stazione spagnola in classifica è la terza del paese per grandezza. Un grande vortice in vetro fa da ingresso alla stazione che ha preso il nome dal suo creatore, Norman Foster. L’uso dell’acciaio, del cristallo e del cemento sono stati determinanti per donare il look urbano e deciso grazie al quale l’imponente struttura è divenuta famosa.



9-Palais Royal-Musée du Louvre, Parigi. Perfettamente inserita nel contesto parigino nonostante la sua apparente non-convenzionalità, la fermata del Louvre è stata completata per il centenario della metropolitana della città. E’ stato Jean-Michel Othoniel a progettare il cosiddetto “chiosco dei nottambuli”, una struttura formata da due cupole in alluminio e vetro colorato volte a simboleggiare il giorno e la notte e che tutt’oggi contribuiscono a rendere Place Colette ancora più suggestiva.

10-Admiralteyskaya, San Pietroburgo. Inaugurata nel Dicembre 2011 dopo un lungo periodo di ristrutturazione, la stazione “dell’Ammiragliato” è la prova di come lo stile classico possa coesistere armoniosamente con la più moderna audacia. Costruita ad 86 metri nel sottosuolo russo, è la più profonda del suo circuito.



11-Plac Wilsona, Varsavia. Sembrerebbe opera degli extraterrestri l’affascinante stazione polacca terminata nel 2005 e denominata così in onore del Presidente americano Woodrow Wilson. Centri concentrici adornano il soffitto creando un effetto luminoso a dir poco scenografico.



12-Staromestska, Praga. Nonostante tutte le stazioni della metropolitana di Praga meriterebbero una visita, questa fermata è sicuramente la più gettonata e immortalata dai turisti. I tunnel metallici e le pareti lavorate completano un’atmosfera da film fantascientifico.

DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
Da Praga a Napoli, ecco le stazioni metro' piu' belle d'Europa
Planisfero
Fotogallery