Tour nell’Irlanda delle contee da brivido
di Sabrina Quartieri
Cliffs of Moher
E’ la terra delle brughiere, dei fari e dei castelli, delle coste frastagliate su un confine mutevole ed evanescente. Tra lunghe strade panoramiche che lambiscono grandi distese di campagna, campi coltivati e piccoli villaggi di pescatori, l’Irlanda delle contee e delle scogliere da brivido svela le sue bellezze attraverso diversi itinerari, tutti ugualmente incantevoli e suggestivi, perché “ogni campo d'Irlanda contiene un racconto, e a ogni montagna corrisponde una leggenda. Per le leggende, basta seguire la corrente di un fiume e in breve comprenderai perché la narrazione è la forma di espressione artistica nazionale...”.





Così il romanziere, giornalista e conduttore televisivo Frank Delaney parla della sua terra, che nel tempo ha dato i natali a celebri narratori, da James Joyce (nato a Rathgar, un sobborgo di Dublino), a Oscar Wilde (Dublino), da Bram Stoker (Clontarf), a Joseph O'Connor (Dublino). Ricca di fascino, l'Irlanda si compone di prati verdi, distese di erica, torbiere e baie abitate da delfini: ecco allora qualche suggerimento di itinerario con Evolution Travel (http://irlanda.evolutiontravel.it), per mettersi in viaggio attraverso luoghi che dispensano sorprese dietro ad ogni angolo…



L’Irlanda in treno. Si parte dalla Heuston Station di Dublino in direzione sud e si arriva a Cork per visitare il Castello di Blarney e i suoi splendidi giardini, baciare la famosa “pietra” che conferirebbe, secondo la leggenda, il dono dell'eloquenza eterna e infine, fare un giro al mercato. Si prosegue per il porto di Cobh e il suo Heritage Centre, sede della "Queenstown Story" (è qui che il Titanic ha fatto il suo ultimo scalo). Quindi, si raggiunge Killarney, punto di partenza per lo stupefacente tour “Ring of Kerry”: la strada costiera che corre intorno alla penisola di Iveragh è un luogo ricco di splendide montagne con un fantastico paesaggio. La tappa successiva conduce a Limerick, storica città vichinga con il Castello di Bunratty e il suo bellissimo parco folk. Subito dopo si fa un salto al piccolo villaggio di pescatori di Doolin sulla costa atlantica, inquieta e selvaggia, e si approda alle maestose scogliere di Moher (le più alte d'Europa). Si prosegue poi verso nord, si attraversa il deserto di calcare di Burren, si supera Black Head, si raggiunge la costa meridionale della baia di Galway e ci si ferma nella città omonima. Il giorno successivo si vola fino ad Inishmore, la più grande delle isole Aran, per visitare l’antico forte Dún Aengus e concedersi un po' di relax seduti sulle scogliere a picco sul mare. Si prosegue verso l’insenatura di Connemara e il villaggio di pescatori di Leenane, nel tratto meridionale di Killary Harbour, unico fiordo irlandese che si inoltra per 16 chilometri. In treno si va a Dublino e dopo il pernottamento, si raggiunge Belfast per un tour in cima alla famosa Antrim Coast Road che attraversa la bella regione di Glens of Antrim. Poi, si fa tappa alle splendide Giant’s Caseway (Patrimonio dell’Umanità Unesco, il sito è composto da 40mila colonne basaltiche a base esagonale che raggiungono i 12 metri d’altezza). Infine si rientra a Belfast e si torna a Dublino. (Tour di 8 giorni/7notti, da 1.055 euro a persona).



L’Ovest in pullman. Da Dublino si viaggia verso la Contea del Kerry, con sosta lungo la strada al Castello di Cahir (costruito nel XIII secolo, il maniero è uno tra i più incantevoli d'Irlanda). Si raggiunge il famoso circuito "Ring of Kerry” con i suoi scenari naturali meravigliosi, quindi si fa tappa nei caratteristici villaggi di Killorglin, Waterville e Sneem, per poi visitare il Parco Nazionale di Killarney e i giardini della Muckross House. Subito dopo, ci si ferma ad Adare, famoso per i cottage col tetto di paglia e i negozi di antiquariato, ma anche per il Castello di Bunratty (risalente al 1425 e restaurato nel 1954, racchiude un autentico complesso medievale) e il Folk Park (dove si rivive la vita rurale dell'Irlanda di 100 anni fa). Si prosegue verso la contea del Clare per ammirare le Scogliere di Moher (alte 200 metri e lunghe 8 chilometri) percorrendo il Burren ("luogo roccioso"), un territorio dall'aspetto lunare composto di grotte. Si arriva poi a Galway, considerata la capitale della lingua gaelica, un centro culturale molto conosciuto per la St. Nicholas’ Collegiate Church, la più grande chiesa medievale ancora in uso nel Paese. Il giorno successivo si arriva a Connemara, una regione famosa per i muretti in pietra, i cottage di campagna e le fattorie: lì si visita la dimora ottocentesca Kylemore Abbey (oggi collegio benedettino), ma anche Sligo, facendo tappa ai monumenti sepolcrali di Carrowmore. Si rientra a Dublino per andare a vedere il celebre Trinity College, la più antica università dell'Irlanda, e la sua preziosissima collezione di libri antichi conservati nella Old Library. Il tour di 8 giorni/7 notti parte da 795 euro per persona, in camera doppia in mezza pensione.



Fly & Drive lungo la Costa atlantica. Si parte dalla capitale Dublino in direzione nord-ovest, passando per le scogliere più alte d’Irlanda, le Slieve League, per il Donegal, dove ci sono i tessuti tweed tradizionali, per la penisola di Inishowen, e ancora per la strada costiera Knockalla. Si fa tappa a Ballymastocker Bay (spiaggia frequentata dagli appassionati di sport acquatici), a Fanad Head con il suo faro e ci si concede un tuffo in uno dei tradizionali bagni di alghe lungo la costa di Sligo; ancora, si procede per Westport, l'affascinante località balneare nella contea di Mayo, la baia di Clew e le sue innumerevoli piccole isole, la splendida campagna del Connemara e si arriva a Killary Harbour, noto per essere l’unico fiordo d’Irlanda. Da Galway, sulla grezza costiera atlantica, si raggiungono, in diverse tappe, la regione unica di Burren, le imponenti scogliere di Moher, Loop Head (dove il fiume Shannon incontra l'Atlantico), la zona gaelica di Dingle (la più piccola delle tre penisole Kerry, anche detta "la vera Irlanda") e la strada costiera fino a Slea Head (il punto più occidentale d'Europa). Da qui, si percorre il Ring of Kerry, la più famosa strada costiera d'Irlanda: un anello di 170 chilometri che si snoda lungo pittoreschi paesini, valli e baie, generosa per le viste mozzafiato sull'oceano che concede. Infine si approda a Cork, con il famoso mercato inglese e le sue squisite prelibatezze (il viaggio di 10 giorni/9 notti parte da 560 euro per persona, in camera doppia).



L’Irlanda in camper. Una settimana di tempo può essere la durata ideale per un primo viaggio in Irlanda, se si vuole avere un occhio di riguardo anche al budget. E allora perché non organizzare una vacanza in camper per un’esperienza in piena libertà? Per quattro adulti o una famiglia con i bambini, il "Vista plus" offre spazio, lusso e comfort: il camper è infatti dotato di 2 letti matrimoniali, piano cottura a 3 fuochi a gas, forno, grill, lavello, zona pranzo, doccia, bagno, riscaldamento ed elettricità. Il noleggio per 7 giorni parte da 650 euro, con chilometraggio illimitato.

DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
Tour nell’Irlanda delle contee e delle scogliere da brivido
Planisfero
Fotogallery