Tutti insieme a Valencia: è la città più family friendly del momento
di Francesca Spanò
Una città a misura di bambino (e quindi di famiglia). Valencia con il tempo si è conquistata la fama di destinazione family friendly per eccellenza tra mare e spazi verdi, con un buon rapporto qualità-prezzo. E poi, garantisce una serie di esperienze diverse per i ragazzi, che vanno dalla possibilità di dormire con gli squali fino alla costruzione di case con le gru giocattolo. E per i più piccoli diventa un vero paradiso di natura e divertimento. 
 
 

Ecco la Top 10 delle esperienze per far sognare i più piccoli
  • Un assaggio d’Africa al Bioparc: la sensazione è questa, nell’innovativo parco zoologico, costruito in modo che tutto sia integrato con l’ambiente. Un momento molto interessante, è quello del pasto agli animali, soprattutto gorilla ed elefanti.
  • Ambientazioni suggestive e specie uniche all’Oceanografic: all’interno della Città delle Arti e delle Scienze, permette non solo di osservare i pesci, ma di sentirsi direttamente nel loro habitat naturale. E tra le proposte più amate, c’è la mostra delle meduse.
  • Un giro in bicicletta: 130 km di piste ciclabili ed un territorio pianeggiante, oltre che la notizia di altri percorsi in costruzione. Tra giardini e monumenti, se i figli sono più grandi, è una buona idea noleggiare una due ruote e muoversi in tutta serenità.
  • Saltare su un gigante a Parc Gulliver: nell’antico letto del fiume Turia, vicino alla Città delle Arti e delle Scienze, garantisce di incontrare il protagonista deI Viaggi di Gulliver di Jonathan Swift, con tanto di gigante di 70 metri di altezza che sul corpo ha scivoli e scale per divertirsi.
  •  Il Museo delle Scienze Felipe, dentro la Città delle Arti e delle Scienze, grande quasi 2 km. Il progetto è di Santiago Calatrava, tra vetro, specchi e forme futiristiche. L’Hemisferic ha la forma di un grande occhio umano ed entrando all’interno della strittura si può anche noleggiare una vera canoa galleggiante o giocare in acqua dentro grandi sfere. Intorno postazioni interattive, ma anche giochi, video, luci, colori, rumori, esperimenti sui fenomeni elettrici, atmosferici e astronomici. E poi c’è la simulazione del volo spaziale alla Space Academy.
  • Al porto in trenino o in catamarano: per scoprire la costa in modo alternativo, con due mezzi di trasporto divertenti.
  • Espai de Telles, lo spazio per i più piccoli: al Museo del Centre del Carme lo spazio per i bimbi 0-3 anni comprende tavoli, specchi, figure poliedriche e oggettistica di cartone che invitano alla scoperta, alla partecipazione, all’ascolto e, quindi, alla crescita.
  • Un giro al Museo dei soldatini di Piombo: l’Iber resta il più grande museo di miniature del mondo, ma quello che colpisce sono soprattutto i soldatini. Si trova nel quartiere del Carmen, nel centro storico della città e piace sicuramente a tutta la famiglia.
  • La visita guidata col bruco: si chiama Valentino e questo tipo di escursione è organizzata da Turiart che organizza visite guidate per famiglie con bambini. Spiega nei dettagli il ciclo di vita del baco da seta dalla quale si produce anche la seta valenciana.
  • Tutti al mare: le spiagge qui sono davvero tante, ma le più belle per la famiglia sono quelle di sabbia fine di Malvarosa e Cabañal. 
 
 
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
Valencia, la città family friendly
Planisfero
Fotogallery