Halloween, bando alle zucche: l'ultima moda arriva dal Messico
di Sabrina Quartieri
(foto di Visit Mexico-MSL Group)
Per pipistrelli, zucche intagliate e ragnatele è tempo di andare in soffitta, almeno stando a quanto dettano gli ultimi trend sui party del 31 ottobre. La tradizionale serata di Halloween infatti, in Europa sta perdendo sempre più fascino, in favore di una festa che arriva dal Messico e che si ispira al “Dia de los Muertos”. Ovvero una ricorrenza millenaria celebrata ogni anno nel Paese centroamericano per ricordare in maniera allegra e con il sorriso i cari che non ci sono più.

In pratica, si tratta di un vero e proprio inno alla vita: per l’occasione, ogni città viene invasa da altari decorati con fiori e candele, teschi sorridenti, parate rumorosissime e gente che scende in strada attratta dalla magia di questa incontenibile esplosione di gioia. Un’iniezione di ilarità e positività così forte, da aver contagiato negli ultimi tempi proprio il “Vecchio continente”, che si prepara a imitare al meglio la festività con party e maschere a tema. Ed è per questo che l’Ente del Turismo del Messico ha stilato una piccola guida in onore del “Dia de los Muertos”, con i giusti outfit e make up da realizzare e i consigli su come decorare gli ambienti per una festa il più possibile autentica.

Il set per il party perfetto: come accade nelle case dei messicani in questo periodo, la scenografia deve ruotare intorno a dei veri e propri altari preparati per accogliere il ritorno dei defunti nella notte. Ancora, per quanto riguarda le decorazioni, a vincere è l’eccesso: immancabili le candele, che rappresentano l’elemento del cielo, e le calendule con l’incenso di copale per onorare il mondo dell’aldilà. Infine, per dare all'ambiente un tocco di allegria, servono fiori, decorazioni di carta colorata e teschi finti dipinti. 
 
I dolci tradizionali che non possono mancare: la messicana è annoverata tra le cucine Patrimonio dell’Umanità Unesco, e nella sua estrema varietà, conta anche due prelibatezze tradizionali che vengono preparate proprio in occasione del “Dia de los Muertos”. Si tratta del pan de muertos e dei calaveras, o teschi di zucchero. Il primo è un impasto molto semplice che viene fatto da tutta la famiglia e poi offerto ai defunti per il momento in cui ritorneranno sulla terra. La ricetta è estremamente semplice e prevede pochi passaggi: si impastano insieme farina, uova, zucchero e scorsa d’arancia; poi si lavora il tutto fino ad ottenere un impasto che si fa riposare un paio d’ore, per poi lavorarlo una seconda volta e infornarlo per la cottura. I teschi di zucchero hanno invece una preparazione più complessa e se non si ha abbastanza tempo, si possono sostituire con la loro versione “italiana”, ovvero biscotti a forma di teschio, serviti accanto a delle zucche sciroppate e a un po' di frutta caramellata.

Make up e outfit per la più bella Catrina messicana: è il personaggio simbolo del “Dia de los Muertos”, e veste i panni di uno scheletro donna riccamente abbigliato, solitamente con grandi cappelli, gonne ampie e fiori ovunque. Quindi, per il look perfetto, spazio a copricapo di ghirlande e ad abiti ampi dal taglio seicentesco fatti con balze. Il trucco invece deve richiamare le fattezze di un teschio. Quindi è fondamentale usare una base in cerone, e arricchirla poi con disegni floreali o di fantasia.
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
Planisfero
Fotogallery