-->
PRIMO PIANO ECONOMIA SPETTACOLI e CULTURA SOCIETÀ SPORT TECNOLOGIA HDBLOG MOTORI MODA SALUTE VIAGGI CASA WEB TV FOTO
L'Albergo della Regina Isabella a Ischia. Qualità e discrezione: ecco il vero lusso
di Marco Berchi
L'Albergo della Regina Isabella nella piccola insenatura di Lacco Ameno
C’è un lusso che può non apparire stonato e sgradevole in questi tempi di crisi. È il lusso non ostentato, non pacchiano, non intriso di superfluo. Un lusso che, in fondo, non dovrebbe
neppure chiamarsi così dato che il suo nome più giusto sarebbe qualità, altissima qualità. È una sorta di perla preziosa, difficile da trovare, nel turismo come altrove. Ma quando ci si imbatte in essa si scopre che, per raggranellare il budget che serve per averla, si è disposti a rinunciare a tanti piccoli e grandi “superflui” che ingombrano le nostre giornate.
Gli alberghi e i ristoranti che rientrano in questa particolare categoria non sono pochi in Italia. Ma — ed è anche lo scopo di questo spazio su questo sito — occorre una guida per scoprirli, nascosti come spesso sono tra i luccichii di troppo finto lusso.

L'Albergo della Regina Isabella sull’Isola d’Ischia è una di queste strutture e lo si capisce sin dal primo sguardo al primo arrivo. Categoria cinque stelle lusso, sì, ma non abbarbicato in qualche splendido isolamento; al contrario, inserito nel borgo di Lacco Ameno e nella sua piccola baia, sulla piazza, di fronte alla chiesetta. Fondato negli anni ’50 da Angelo Rizzoli, l’hotel accoglie anche gli ospiti Vip — la lista si è aperta con Richard Burton e Charlie Chaplin, Liz Taylor e Maria Callas e prosegue… — in un’atmosfera di affascinante understatement, dove le ceramiche, gli arredi e… il personale non vi aggrediscono mai con affettata invadenza ma vi accompagnano con discrezione nei raffinati spazi comuni, al ristorante Sporting affacciato sui moli, all’incantevole piscina principale con sun-deck servito dal ristorante, e agli ampi corridoi che danno accesso alle camere e alle suites.

In tutte le stanze, mobili e accessori sono di solida qualità e impeccabile tradizione; nelle royal suites, poi, ecco il tocco di classe di mini-piscine private scavate nei terrazzi vista mare con pavimento in legno.

Identico clima in quella che è la vera risorsa esclusiva dell’Albergo: le Terme della Regina Isabella, integrate e connesse alla struttura da spazi che conservano la reciproca indipendenza ma che consentono la comoda fruizione agli ospiti. Nelle Terme, un’équipe sanitaria di prim’ordine con medici e operatori specializzati, estende il concetto di spa ai trattamenti terapeutici più accurati resi possibili dalle proprietà ipertermali e multiattive delle acque. Un programma settimanale disintossicante con sette notti in pensione completa e trattamenti seguiti dall’équipe medica ha prezzi che partono da 2250 euro.

Da pochi anni, l’Albergo ha compiuto un notevole salto di qualità nell’offerta gourmet, già ricchissima nei menu dei due ristoranti classici al suo interno. Con la nascita del ristorante Indaco, affidato alle cure del giovane e brillante chef Pasquale Palamaro, è arrivata la stella Michelin e il menu 2013 riserverà sorprese all’insegna dei prodotti esclusivi dell’isola.

Il Regina Isabella riapre per Pasqua, il 29 marzo, ma è questo il momento giusto per prenotare un soggiorno, magari proprio per Pasqua o per il periodo estivo.
Il prezzo più accessibile è quello di una doppia con vista giardino tra il 2 e il 24 aprile (e in altri periodi dell’anno): con trattamento di mezza pensione il costo totale è di 310 euro a notte. Offerte per periodi particolari e pacchetti sono disponibili sul sito, www.reginaisabella.com. Naturalmente la reception offre assistenza per organizzare il proprio viaggio da e per l’Albergo.

DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
Scrivi il tuo commento
VOTA IL DIARIO
Commenti
Commenta
Planisfero
Fotogallery
Diari di viaggio
Pubblica il tuo Diario!!!
Condividi le emozioni e le immagini più belle tuo Viaggio.