L'Inghilterra di Jane Austen: un tour nei luoghi dei suoi romanzi
di Francesca Spanò
Da due secoli Jane Austen non c’è più, eppure continua ad attirare fan che adorano i suoi romanzi, non solo il famosissimo Orgoglio e pregiudizio. Quest’anno è il momento di celebrarla, di ricordarne i 200 anni dalla scomparsa con una serie di eventi ed itinerari ad hoc organizzati proprio nella sua Inghilterra. Il 18 luglio, poi, data esatta della morte, sarà il clou dei festeggiamenti per questa donna mito che ha ispirato film e rappresentazioni teatrali.

Il suo punto di forza è stato quello di essere un simbolo anche per chi non ha letto le sue storie, parlando dei sentimenti nascosti che ogni essere umano conserva nell’animo, avendo il coraggio di raccontarli senza falso pudore.

Nell’Ottocento, quando la letteratura era appannaggio quasi esclusivo degli uomini, seppe attirare l’attenzione su di sé parlando in maniera nuova dell’universo femminile. Se la British Library di Londra espone i primi scritti, nel resto del Paese è già tempo di incontri, proiezioni, workshop, ristampe ed appuntamenti adatti ad ogni età e gusto. Proprio nell’importante biblioteca, dove sono conservati oltre 150 milioni di documenti storici che partono dal 300 a.C, è possibile vedere la “Jane Austen Among Family and Friends”, una sezione legata ai primi tempi del suo lavoro, quando era già chiaro l’innato talento.

Sarà inserita nell’area espositiva ‘Sir John Ritblat Treasures Gallery’, insieme alla Bibbia di Gutenberg del 1455 e ai quaderni di Leonardo Da Vinci. Tra le opere più importanti non mancano “Prime Impressioni”,  la bozza di Orgoglio e Pregiudizio ed “Elinor e Marianne”, quello che divenne Ragione e Sentimento. E poi è stata creata una banconota nazionale di 10 sterline che la raffigura, al posto di Charles Darwin.

Visto che visse a Bath proprio qui è stata, inoltre, inaugurata una mostra permanente al Jane Austen Center, in una dimora in stile georgiano. A settembre, ogni anno, si tiene tra l’altro un Festival dedicato a lei. Si può giungere tramite una stradina dal centro alla casa dove visse o spostarsi nelle altre città che l’hanno accolta. A Chawton, ad esempio, c’è il Jane Austen’s House Museum, dove visse fino alla morte e che vanta una atmosfera magica come tutte le altre location che ne hanno ispirato gli scritti.

Gli (altri) luoghi dei libri e della vita di Jane Austen

Il Lyme Park, Disney: location del film “Pemberley” del 1995 che è l’adattamento di Orgoglio e Pregiudizio. Da vedere, a tal proposito, pure Stanage Edge, Stourhead Gardens e Chatsworth. 

Box Hill: una campagna suggestiva mostrata in “Emma”. E poi ci sono Brighton, di cui la Austen parla nel romanzo incompiuto “Sanditon” e Wilton House, l’abitazione scelta per due adattamenti di "Ragione e Sentimento” e “Orgoglio e pregiudizio”.
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
Planisfero
Fotogallery